header

Cultura e Tradizione

Fortunago non è solo il capoluogo, ma vanta numerose frazioni graziosamente disseminate sulle colline circostanti, attorniate da vigneti, frutteti, campagne fertili e boschi rigogliosi. Ciascuna di esse merita di essere visitata per le caratteristiche che la contraddistinguono: COSTA CAVALIERI e COSTA GALEAZZI sono due frazioni ormai quasi completamente unificate per la costruzione di nuove belle abitazioni che cancellano il confine tra le due località. Sono collocati,in tutta la loro lunghezza, ai margini della strada provinciale che conduce alle frazioni di COSTA PELATA, SCAGNI, BARACCO, PEZZETO e PORINO per poi proseguire verso Torre degli Alberi, nel comune di Ruino. In queste frazioni ferve l'attività agricola tipica della zona. COSTA CAVALIERI offre, durante l'estate, la possibilità di trascorrere serate in allegria agli appassionati del ballo liscio. Nel bellissimo locale all'aperto "Giardino d'Estate" si esibiscono le migliori orchestre da ballo che richiamano moltissimo pubblico.  

Le Frazioni

La frazione CAPPELLETTA giace in tutta tranquillità in fondo ad una fresca vallata e, come COSTA PELATA e POLINAGO, è luogo di vacanza per chi ha scelto di costruirsi la casetta in collina per riposare in santa pace.
SANT'EUSEBIO è una popolosa frazione adagiata nella valle dell'Ardivestra, attorniata dalle località di Molino della Signora, Casa Perini, Fornace, Ponticelli e Colombara. Questi abitati sono situati tra fertili campagne coltivate a viti, grano, fieno, ma principalmente ad alberi da frutto. E' suggestiva la parte alta di Sant'Eusebio, probabilmente la più antica, con la chiesetta dominante sulla vallata. Il centro sportivo di Sant'Eusebio costituisce il punto di incontro della popolazione. Qui si svolgono manifestazioni e sagre molto ben organizzate. Ricordiamo, in particolare, la sagra della porchetta, a Ferragosto, sempre riuscitissima per la bravura degli esperti macellai - cuochi nel far bene funzionare gli spiedi.
GRAVANAGO, CASAREGGIO e LA BOATTA sono località ormai note a molti visitatori delle nostre colline per le avviate attività agrituristiche che vi si svolgono. Attorno a queste frazioni si estendono grandi vigneti con relativa abbondante produzione di vini tipici dell'Oltrepò Pavese. Tutto il territorio comunale nel suo aspetto produttivo annovera, oltre ai prodotti agricoli già ricordati, anche quelli dell'allevamento quali salumi e formaggi. prietà dei Dal Verme, ai quali subentrò, sul finire del XV secolo, Gerolamo Riario. Nel 1546, tuttavia, i Malaspina riuscirono a riaverne il possesso, conservandolo fino alla seconda metà del Settecento.  

PARCO LOCALE DI FORTUNAGO 

Istituito recentemente, il parco è collocato su un altipiano a circa 600 metri s.l.m. E' costituito da boschi di farnia, roverella, acero, pioppo bianco, orniello, castagno, ciliegio, sorbo, carpino, betulla, biancospino e altre essenze che costituiscono il bosco di latifoglie tipico dell'alta collina. Anche la vegetazione naturale floristica è ricca di specie protette: anemoni, orchidee, campanule, leucoio, bucaneve, mughetto, ciclamino, agrifoglio, di molte qualità di erbe officinali e di frutti del sottobosco: fragole, more, lamponi, funghi e tartufi. Interessante anche la presenza faunistica: non a caso il territorio della riserva è stato definito "collina sacra" per la nidificazione di diverse specie di rapaci e di avifauna protetta quali cincia, zigolo, capinera, usignolo, ballerina bianca, codirossone. Numerosa la presenza di molte specie di mammiferi e di ungulati tra cui daini e caprioli. L'attività agricola è l'elemento fondamentale della corretta gestione del territorio del parco. Un'agricoltura che valorizza gli aspetti salutari, simbolici, storici e culturali dei prodotti tipici di qualità, che custodisce l'ambiente, conserva e riproduce le risorse naturali, costruisce il paesaggio territoriale. Interamente ristrutturato nelle antiche forme, il paese di Fortunago, all'interno del parco, si propone come esempio di recupero e di valorizzazione del patrimonio storico, nel rispetto delle sue caratteristiche ambientali, economiche ed umane. Un paesaggio ben conservato ed una natura integra che si estendono su questo scorcio collinare d'Oltrepò caratterizzato dall'operosità della sua gente che con attività ricche di capacità creative, agrituristiche, vitivinicole, agroalimentari, attente ai valori, alla qualità, alle tradizioni esprimono un modo di essere e di vivere in armonia con il territorio e l'ambiente.

 

 

Certificazione ambientale EMASCertificazione EnergeticaFortunago in arteLinea amica
Sentieri
torna all'inizio del contenuto
Salva
Preferenze
Questo sito utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Cliccando su Accetto acconsenti che vengano attivati tutti i cookies. Se rifiuti o chiudi questo banner potrai ugualmente consultare il sito ma alcune funzionalità potrebbero non essere disponibili.
Cookies
Necessari
: si tratta di cookies tecnici indispensabili al funzionamento del sito
Accetto
Rifiuto
Statistiche
: consentono di monitorare in forma anonima ed aggregata le visite al sito
Accetto
Rifiuto
Condivisione
: consentono la condivisione delle pagine su altri siti e sui social networks
Accetto
Rifiuto